Azienda

Artigianali per passione

La famiglia Storti produce salumi artigianali da oltre un secolo. Un’attività che ha origine agli inizi del Novecento nel solco delle tradizioni familiari più tipiche, profondamente legate al territorio di Mantova, e in particolare di Rivalta sul Mincio. Nel corso del tempo l’azienda si è ampliata, fino ad assumere le dimensioni odierne; le ricette, le materie prime, e il sapore inconfondibile del prodotto finale, però, non sono cambiati. Grazie alla lavorazione artigianale, all’uso esclusivo di carni di maiali nati, allevati e macellati in Italia, a ricette tradizionali e al minimo uso di additivi e conservanti, i prodotti del Salumificio sono freschi, gustosi e saporiti.

 

Ma dentro ai nostri salumi c’è qualcosa in più. Non solo spezie e carne di altissima qualità, ma passione, amore e massima cura in ogni dettaglio. Ci piace pensare che chi mangia i nostri prodotti riesca ad assaporare un intero territorio, e una lunghissima storia. Oggi il Salumificio Storti vanta un’ampia produzione di salami, salamini, salsicce, salamelle, coppe, pancette e altri prodotti tipici, come l’intramontabile cotechino o il pesto mantovano. Sono tutti realizzati in modo artigianale secondo processi tipici, derivati da una tradizione secolare e ulteriormente migliorati nel corso degli anni. In questo modo siamo sicuri di portare nelle vostre tavole salumi dalle caratteristiche uniche, di assoluta qualità, e che rispecchino fedelmente un territorio straordinario.

 

Storti Salumi vi porta in un mondo di profumi.

LA NOSTRA STORIA

L'attività salumiera della famiglia Storti ha inizio ai primi del Novecento con l'apertura di un negozio di generi alimentari a Rivalta sul Mincio, un piccolo paese in provincia di Mantova. È il capostipite Vincenzo a decidere di dare un seguito alla tradizione di famiglia dell'annuale rito dell'uccisione del maiale: un rito tipico della zona del mantovano che si celebra all’inizio dell’inverno, e costituisce un vero e proprio momento di festa per tutta la famiglia. Vincenzo Storti decide dunque di specializzarsi nella produzione degli insaccati più tipici della tradizione gastronomica mantovana, per far conoscere a tutti prodotti e ricette di tradizione secolare (salami, salamelle e cotechini).

L'attività viene in seguito portata avanti da Giovanni Storti, il figlio di Vincenzo. È in questo periodo che la sua bottega e i suoi prodotti iniziano a diventare noti anche nei dintorni di Rivalta. Il suo negozio diventa infatti meta dei buongustai della zona (ma non solo) che, prima di raggiungere il Mincio e le sue Valli per andare a pesca o caccia, non possono rinunciare a un classico ma gustosissimo spuntino a base di pane e salame.

 

Con la terza generazione, quella dei fratelli Vincenzo e Celestino, affiancati negli ultimi anni anche da Marco, la produzione di salumi assume una dimensione artigianale più strutturata: sorge un nuovo laboratorio a Rodigo, in provincia di Mantova, che nel tempo viene ampliato e ristrutturato ed è tutt'ora sede dell'azienda. Qui avviene l’incontro tra la tradizione famigliare, quella locale e i più recenti metodi di produzione: in questo modo è possibile ottenere salumi e insaccati, stagionati e freschi, con ricette tradizionali, garantendo il massimo della qualità attraverso il totale controllo della filiera produttiva. L'utilizzo delle antiche ricette, il rispetto delle tecniche tradizionali di lavorazione, l'impiego ridotto al minimo di additivi chimici (conservanti), uniti all'igienicità dei processi produttivi e all'uso delle moderne tecniche di conservazione, infatti, consentono di garantire al consumatore elevati standard qualitativi che si mantengono costanti nel tempo.

Sul finire degli anni Ottanta la passione per la cucina mantovana spinge la famiglia Storti a diversificare l'offerta di prodotti d'alta gastronomia attraverso la produzione di pasta fresca all'uovo ripiena e non (in particolare i tipici agnoli e i tortelli di zucca).

  • 1900

    Nonno Vincenzo Storti e nonna Celestina aprono il primo negozio di generi alimentari a Rivalta sul Mincio (MN). È la prima generazione.

  • 1930

    Giovanni, figlio di Vincenzo e Celestina, subentra nella gestione dell’attività di famiglia, nel periodo tra le due guerre. È la seconda generazione.

  • 1953

    Il negozio viene ristrutturato e si prepara ad accogliere il boom del dopoguerra. Alla fine degli anni Cinquanta Vincenzo, figlio di Giovanni, inizia ad aiutare il padre nella gestione del negozio fin dall’età di 15 anni. È la terza generazione

    -1
  • 1960

    Vincenzo gestisce l’attività per 2/3 anni, dopo la morte del padre. Poi affitta il negozio, interessato a progetti più ampi. Nel 1965 decide di fare altre esperienze: lavora prima in un salumificio locale e poi in uno di Arcore (MI), dove si trasferisce.

  • 1969

    Vincenzo decide di ritornare dove l’attività degli Storti ha avuto inizio. Acquista un appezzamento di terreno in località Calvarata e decide di realizzare il suo salumificio. Nel 1970 inizia l’attività del Salumificio F.lli Storti.

    -1
  • 1974

    Vincenzo acquista un altro appezzamento di terra e amplia la propria attività. Ora gestisce una vera attività artigianale di macellazione e lavorazione del suino. Nello stesso anno entra in società il fratello Celestino. 

    -1
  • 1980

    L'attività viene ulteriormente ampliata, e da società di fatto si passa allo status di SNC. Stabili e produzione vengono ulteriormente ingranditi per far fronte al continuo incremento delle reti commerciali.   Nell'immagine, un catalogo degli Anni Ottanta.

    -1
  • 1988

    L’attività produttiva viene differenziata con l’apertura del pastificio artigianale Pasta Gioiosa, dove continua l’attività di realizzazione di prodotti tipici del territorio mantovano. La pasta fresca viene presentata al pubblico per la prima volta alla fiera agroalimentare di Rivalta S/M.

  • 1992

    Cessa l’attività di macellazione, il Salumificio si dedica d’ora in poi alla sola lavorazione della carne di suino, con ulteriori ampliamenti delle aree dedicate ad asciugatura e stagionatura.

    -1
  • 2020

    Nel 2003 entra in società Marco, figlio di Celestino. È la quarta generazione. Nel 2020 il Salumificio Storti si prepara a festeggiare il 50° anniversario, con la consapevolezza che la sua attività è in realtà iniziata molto tempo prima.

    -1

Condividi su